L’uso sapiente di una vasta gamma di materie prime tutte atte a migliorare la salute generale dell’animale tramite un miglioramento delle condizioni epatiche fa si che Neohepatox sia uno dei prodotti più cercati e venduti da Neofarma.

Neohepatox è un prodotto che può essere utilizzato con efficacia in numerose situazioni grazie alla sua potente azione tonica sul fegato:

Forma Preventiva

  1. Stimola l’immunità,
  2. Alleggerisce il fegato preparando maggiormente l’animale a rispondere allo stress,
  3. Aumenta la digestione degli alimenti stimolando le funzioni epatiche e metaboliche.

Forma post traumatica

  1. Detossifica il fegato (utile in caso di micotossine nel mangime),
  2. Attiva il metabolismo proteico,
  3. Aiuta l’animale a riprendere l’ingestione dopo un evento stressante (malattia, vaccinazione, stress da caldo).

Le funzioni del fegato sono numerose e fondamentali per il metabolismo degli animali:

  1. Detossifica l’organismo,
  2. Metabolismo proteico, lipidico ed energetico,
  3. Metabolismo del ferro e delle vitamine,
  4. Eritropoiesi.

L’azione che esercita il fegato nel metabolismo di grassi, proteine e carboidrati è di vitale importanza per lo sviluppo di un animale sano, nel caso in cui si verifichino forme di affaticamento epatico tutto il sistema andrà in tilt con potenziali gravi danni per la salute dell’animale.

Il fegato è il primo organo ad essere influenzato da dismetabolismi, il peso del fegato è un indicatore per determinare l’effetto della contaminazione delle micotossine.

La detossificazione del fegato è fondamentale poiché un fegato mal funzionante ha:

  1. Azione negativa nella trasformazione dei carboidrati, proteine, grassi ed in generale su tutta la digestione,
  2. Aumenta la possibilità di un fegato grasso,
  3. Più alto rischio di tossine, cellule morte e microrganismi patogeni nel torrente circolatorio,
  4. Mal funzionamento del sistema immunitario,
  5. Riduzione dell’ingestione.

La sindrome del fegato grasso colpisce prevalentemente gli avicoli e le cause sono numerose:

  1. Passaggio da pollastre a ovaiole,
  2. Ingestione eccessiva di calorie,
  3. Esposizione verso micotossine (particolar modo aflatossine),
  4. Stress,
  5. Bilanciamento proteico incorretto.

Una possibile spiegazione per le sindromi inaspettate che si verificano negli animali può essere data dall’esposizione di questi a micotossine o fonti stressanti tipiche nelle normali pratiche di allevamento; ammoniaca, competizione per alimento e acqua, malattie (batteriche, virali o parassitarie), metalli pesanti, farmaci, sono tutti eventi che esercitano un’azione negativa sul fegato e sulle sue funzioni.

Proprio in queste situazioni è essenziale alleggerire il fegato attuando una detossificazione.